Rassegna Stampa

“Il nutrimento dello sguardo” – La Repubblica

“Il paesaggio pieno ha per me un significato particolare: nascendo è stata la prima luce arrivata ai miei occhi, dopo gli occhi di mia madre. È stato il primo nutrimento visivo che ho avuto. Qualcosa chenon ha mai abbandonatonei mieicinquant’anni di carriera.”

“Non sto alle regole dell’arte, la libertà è indispensabile” – Il Sole 24 ore

A tu per tu. Mentre prepara una mostra su Beckett (sua ossessione) a Parigi e Ascoli ne ospita una sul paesaggio (altra ossessione), Tullio Pericoli ragiona sil mercato, sul contemporaneo e sugli incroci della sua vita. Scendiamo le scale e arriviamo al piano terra dell’”Atelier di ringhiera” di Tullio Pericoli in pieno centro di Milano. […]

Espresso: A casa della Sibilla

Dalle fabbriche di provincia al business globale. Dalla terra incantata alla post agricoltura. Tra i borghi più eleganti. Dove Silvia Ballestra ha ambientato i suoi romanzi Articolo uscito sull’Espresso in 6 ottobre 2019, firmato da Emanuele Coen con illustrazioni di Carlo Stanga Anteprima 1 Anteprima 2  

Le Marche e L’Italia a volo d’uccello

Campo e alberi narrano millenni di presenza umana, rispecchiandone la memoria (di Salvatore Settis) Notissimo pittore di paesaggi, Tullio Pericoli viene celebrato con una mostra ad Ascoli Piceno, a cura di Claudio Cerritelli (Palazzo dei Capitani, fino al 3 maggio 2020; catalogo Quodilibet). Forme del paesaggio (1979-2018) è l’occasione d’intendere, attraverso 165 opere esposte in […]

Marche: terra inquieta e colline dolci

Attraverso le opere ‘Forme del paesaggio‘, del maestro Tullio Pericoli, riviviamo il ricordo del 24 agosto 2016. Un articolo di Elio Nello Meucci per Scienza3000   La mostra di Tullio Pericoli, vuole essere un ‘documento pittorico’ a memoria del sisma, ma non lascia l’amaro addosso, bensì un senso di rinascita. Continua la lettura qui >> https://www.scienza3000.it/marche-terra-inquieta/

I segni sono esseri viventi di cui avere cura. Se capissimo tutto saremmo più banali

Intervista a Tullio Pericoli di Paolo Di Stefano, fotografia di Mattia Balsamini per la rubrica ARTE di Sette del Corriere Della Sera di venerdì 5 luglio 2019. Riportiamo le prime righe, in allegato l’estratto completo. Volete farvi un aperitivo con uno dei grandi artisti italiani del nostro tempo? Andate a comprarvi il suo libro, Incroci, appena pubblicato […]

Terrose fragilità del paesaggio – Il Manifesto

Guido Monti de Il Manifesto prima è venuto ad Ascoli Piceno a visitare la Mostra, che resterà aperta fino al 3 maggio 2020, dal titolo “Tullio Pericoli. Forme del paesaggio. 1970 – 2018” e che occupa l’intero primo piano del Palazzo dei Capitani, nella magnifica Piazza del Popolo. Ha “toccato con mano”, colto con lo […]

Nei paesaggi della memoria – Il Sole 24 ore

L’articolo su Il Sole 24 Ore di Salvatore Silvano Nigro parte dall’immagine del Catalogo (Quod Libet) della Mostra “Tullio Pericoli. Forme del paesaggio. 1970 – 2018” che resterà aperta fino al 3 maggio ad Ascoli Piceno, nel Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo. Si tratta di un autoritratto, il primo dipinto, affiancato da una […]

Giornate Fai, la carica dei 300 ciceroni

Martedi 7 Maggio si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati ai 300 apprendisti ciceroni che hanno partecipato alle “XXVII Giornate Fai di Primavera” del 23 e 24 Marzo scorso, che hanno illustrato ai turisti le bellezze nascoste della città.   >> Download PDF

Arte e cibo, la città presa d’assalto

Due settimane intense per il turismo del capoluogo Piceno, con punte di qualche migliaia di visitatori nei giorni di festa. Circa 3000 degustazioni quotidiane al Fritto Misto, centinaia di presenze alla mostra Pericoli e alberghi sold out per tutto il periodo.   >> Download PDF