13 Maggio 2019

Terrose fragilità del paesaggio – Il Manifesto

Guido Monti de Il Manifesto prima è venuto ad Ascoli Piceno a visitare la Mostra, che resterà aperta fino al 3 maggio 2020, dal titolo “Tullio Pericoli. Forme del paesaggio. 1970 – 2018” e che occupa l’intero primo piano del Palazzo dei Capitani, nella magnifica Piazza del Popolo. Ha “toccato con mano”, colto con lo sguardo, le 165 opere in esposizione ed a quel punto è andato a conoscere Tullio Pericoli.

Nello studio di Milano, in Corso Concordia, dove le opere prendono corpo e anima, ha incontrato l’artista universalmente riconosciuto come il maggiore interprete contemporaneo del paesaggio. Un’intervista dettagliata ed illuminante, in cui Pericoli racconta le sue origini e svela la sua visione ed il suo approccio con il paesaggio. Un articolo da gustare, su cui riflettere e che costringe il lettore a diventare visitatore di “Forme del paesaggio – 1970 – 2018” ad Ascoli Piceno.

Downalod PDF